Perchè fare comunicazione ambientale?

  • 4 min read

Perchè fare comunicazione ambientale?

Al giorno d’oggi dovrebbe essere chiaro per tutti quanto i temi green siano fondamentali e quanto le scelte ambientali quotidiane abbiano delle tangibili ripercussioni.

La comunicazione ambientale è un concetto che potrebbe definirsi come un macrocosmo di iniziative, in cui vari esperti, e non, si cimentano in diverse iniziative. A livello istituzionale, la tematica è sempre più presente nelle agende politiche pubbliche. L’obiettivo della comunicazione ambientale è quello di rendere consapevole il cittadino riguardo i temi dell’inquinamento facendo in modo di influenzare in maniera positiva i piccoli gesti quotidiani che incidono inevitabilmente sull’ambiente. Questo processo viene generalmente portato avanti da scuole, università, provincie o comuni, o associazioni ambientaliste che si occupano prettamente di questi temi. Partendo dal presupposto che temi come l’effetto serra, il riscaldamento del Globo Terrestre e i rifiuti ci riguardano tutti da vicino è bene rendere noto quali sono le accortezze che aiuteranno a garantire un futuro al nostro pianeta.

Appurato il ruolo strategico della comunicazione ambientale nella nostra società, è bene chiedersi come funziona e come si espleta da un punto di vista meramente pratico. Come dicevamo spesso la comunicazione ambientale è affidata ad istituzioni pubbliche o ad associazioni che si occupano del settore, e queste utilizzano diversi strumenti e mezzi di comunicazione per raggiungere l’obiettivo.
In molte città italiane sono nati gli sportelli di informazione e consulenza dedicati all’ambiente, in cui i cittadini possono consultare degli esperti in tematiche ambientali che risponderanno a tutte le loro domande. Questi sportelli possono ritrovarsi all’interno di alcuni comuni, ma in alcune città si è deciso di renderli itineranti, garantendo in questo modo una maggiore copertura del territorio comunale.

Un altro valido strumento è l’organizzazione di un evento che abbia come tema principale le problematiche ambientali. Quindi una conferenza, un meeting o un’assemblea cittadina. Si possono anche utilizzare dei mezzi propri della pubblicità per raggiungere l’obiettivo dell’informazione, quindi pagine di giornale, spot tv e anche banner sui siti più visitati. Molte istituzioni utilizzano il classico opuscolo in cui spiegano le problematiche ambientali e i comportamenti ideali che dovremmo tutti avere rispetto a queste. Ma l’opuscolo da solo ha ben poca efficacia se non è sostenuto da un evento o una spiegazione più approfondita.
Non possiamo più aspettare è necessario che tutti vengano sensibilizzati all’argomento. Siamo un paese che sulle tematiche ambientali risulta per molti versi arretrato rispetto a moltissimi paesi sia europei che extra-europei, questo potrebbe dipendere proprio da una strategia di comunicazione ambientale sbagliata o inesistente.

Purtroppo solo le città, gli enti più grandi o i comuni più attenti si affidando ad agenzie di comunicazione specializzate in ambiente o ad esperti del settore e questo genera molto spesso un tipo di comunicazione ambientale non all’altezza del ruolo che questa ricopre e soprattutto spesso non soddisfa le aspettative ad essa legate, come ad esempio le campagne per la raccolta differenziata che devono essere sia accattivanti sia funzionali al loro ruolo educativo.

Nell’ambito privato, le aziende limitano sempre di più il fai-da-te affidandosi ad un esperto in comunicazione ambientale che li aiuti a capire meglio temi così delicati. Affidarsi ad un professionista è stato, soprattutto negli anni passati, considerato come uno spreco inutile di denaro. In realtà le motivazioni per scegliere di affidarsi ad un comunicatore professionista sono diverse e molte di natura economica. Innanzitutto la figura di un professionista garantirà un immagine di trasparenza e affidabilità agli occhi di tutti, inoltre si avranno minori rischi di contenziosi con enti di controllo, cittadini e autorità, si risparmierà grazie alla gestione più attenta delle risolte e in ultimo, ma non per importanza, si avrà un minore impatto ambientale.
Detto questo è chiaro quanto sia importante per il nostro futuro e dei nostri figli parlare di comunicazione ambientale. E’ importante informare e sensibilizzare ogni n cittadino. Che sia nelle scuole o nella piazza di un piccolo comune l’importante è dare spazio a dei temi che per troppo tempo sono stati ad appannaggio assoluto di esperti e studiosi. Per tutelare l’ambiente c’è bisogno dell’impegno di tutti. Gli studiosi e i professionisti dovranno mettere a disposizione della popolazione le proprie conoscenze, solo cooperando infatti sarà possibile limitare il disastro a cui da qualche anno ci stiamo avvicinando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.