Cos’è un hashtag?

  • 2 min read

Cos’è un hashtag?

Quello che prima veniva chiamato semplicemente cancelletto, oggi è noto per rappresentare un simbolo informatico relativo ai social networks che prende il nome di hashtag.

Il nome del simbolo non è casuale: deriverebbe, infatti, dalle parole inglesi hash (cancelletto, appunto) e tag (etichetta).
Nasce su Twitter come tecnica per contrassegnare le keywords e, conseguentemente, per richiamare l’attenzione degli altri utenti su determinati argomenti. Soltanto a partire dal 2009, però, il noto social ha introdotto un collegamento ipertestuale; in altri termini, l’hashtag è un metodo per creare etichette.
Dall’originario Twitter, l’hashtag è stato esteso anche agli altri social networks, quali Facebook, Instagram e Google+.

La funzione è la medesima per tutti i social networks: si offre agli utenti la possibilità di trovare molto più rapidamente e facilmente un messaggio collegato ad una discussione sul web per seguirla o parteciparvi.
Creare un hashtag è molto semplice: basterà anteporre il cancelletto alla parola o alle parole chiave che si intende ricercare; così, ad esempio, si ricercherà #expo2015.
L’importante è non usare i segni di punteggiatura che interrompono l’hashtag e, dal momento che è consentito l’uso di più collegamenti ipertestuali, bisogna separare ogni hashtag dal precedente e dal successivo.
Una volta inseriti, il proprio messaggio, foto o video supportato da uno o più hashtag viene automaticamente trasformato in un link: se si clicca sopra il link generato si potrà accedere ad una lista di post che contengono la stessa etichetta.
La differenza tra i vari social, invece, consiste nella privacy relativa ai post con hashtag: mentre su Twitter è possibile visualizzare tutti i messaggi contenenti l’hashtag, su Facebook e Instagram sarà possibile visualizzare i post con quell’hashtag pubblicati esclusivamente dai propri followers o da coloro che hanno un profilo pubblico.

Ma la vera potenzialità dell’hashtag consiste nel fatto che si tratta di uno strumento attraverso il quale sarà possibile conoscere e scoprire quelle che sono le tendenze del momento; allo stesso tempo, però, l’uso smodato di questo strumento potrebbe svuotarlo della sua caratteristica principale che rimane quella di rendere rintracciabili argomenti specifici nell’universo sperduto del web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.