Uno Shop dentro facebook, annunciato il test.

  • 2 min read

Uno Shop dentro facebook, annunciato il test.

In una società che va sempre più di fretta, lo Smartphone è diventato uno strumento indispensabile per navigare su Internet. Questo ha avuto delle grosse ripercussioni sul mondo del web, soprattutto se combinato con il boom dell’e-commerce: le piattaforme hanno dovuto reinventarsi, facendo a gara per entrare di prepotenza nel cuore (e nel portafoglio) delle persone. Compreso Facebook.

Oggi l’80% degli utenti naviga utilizzando lo Smartphone, ed è particolarmente attivo sui social network. Il 30% di queste persone, inoltre, conclude la propria esperienza di navigazione su un sito di e-commerce con uno o più acquisti. Questo significa sostanzialmente due cose: la gente ama condividere e, invogliata dagli annunci commerciali, ama acquistare. Facebook, però, ha deciso di andare oltre: da circa un mese, infatti, è in fase di testing un sistema di e-commerce che cambierebbe faccia al social network più famoso della rete. Anche perché, stando alle statistiche, il 50% degli utenti che utilizza Facebook compra i prodotti cliccando sugli annunci della piattaforma, dunque è già abituato a considerarla un negozio online.

Non era un mistero che qualcosa stesse cambiando: Facebook sa benissimo quando navigate col cellulare, e si comporta di conseguenza. Se siete stati particolarmente attenti, avrete notato un aumento esponenziale degli annunci sulla vostra home. Come mai vediamo una pubblicità ogni 2-3 post circa, quando navighiamo da cellulare? La risposta è molto semplice: Facebook ha annusato l’affare. E adesso pare che voglia sfruttare al massimo l’occasione.

Se i test dovessero confermare le percentuali sopra riportate, Facebook diventerebbe l’e-commerce più forte della rete, con guadagni vertiginosi.

L’idea non è neanche tanto innovativa: si tratterebbe di aggregare alle foto dei prodotti un pulsante di acquisto. Questo eviterebbe all’utente di perdere tempo cliccando sul link e finendo sulla home page del prodotto in questione. Attualmente la sezione di shop è disponibile solo agli utenti USA, ed è raggiungibile dai preferiti.

Acquistare prodotti, ma anche clienti.

Il ragionamento di Facebook non fa una grinza: non si tratta solo di convincere gli utenti all’acquisto, ma di trasformare il social nella vetrina più contesa da chi, quei prodotti, li vuole vendere.

Immaginatevi un supermercato che apre in una via popolata da moltissime persone: i clienti sono già lì, bisogna solo spalancargli le porte. Una gallina dalle uova d’oro per i venditori, soprattutto se supportati dalle comode applicazioni di Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.