Gestire la comunicazione aziendale oggi: creatività, crossmedialità ed efficienza

  • 3 min read

Nell’era della globalizzazione, la comunicazione aziendale riveste un’importanza fondamentale, perché le nostre giornate sono scandite dalla continua trasmissione e ricezione di messaggi in ogni parte del mondo.

Solitamente, la comunicazione aziendale viene curata da un consulente di comunicazione, che ha il compito di implementare strategie e tecniche di comunicazione tali per cui si riesca a mantenere il successo del brand costante nel tempo, attraverso progetti creativi che coinvolgano l’utilizzo di vari media.

Il consulente di comunicazione deve avere un’ottima conoscenza di internet e di tutti i mezzi di comunicazione, oltre ad una buona dose di creatività e capacità di analisi. L’esperto in comunicazione elabora le strategie analizzando il contesto in cui opera l’azienda, in modo da identificare i bisogni del mercato e le tattiche dei concorrenti e valutando la probabilità di successo di un nuovo prodotto o servizio per poi pianificarne la comunicazione relativa al lancio sul mercato. Una corretta gestione della comunicazione implica poi la realizzazione di strategie per la composizione di messaggi creativi, in modo da rendere la campagna pubblicitaria efficiente. Il consulente di comunicazione deve essere in grado di implementare delle strategie di posizionamento del brand, creando nella mente del consumatore un’idea del brand che lo faccia diventare desiderabile e distinto dai concorrenti.

Bisogna quindi comunicare ai clienti un concetto che rappresenti il valore unico del brand, studiando una comunicazione che sia adattabile a diversi contesti culturali.

La gestione della comunicazione comporta anche l’organizzazione della sua strategia creativa, per far sì che vengano raggiunti gli obiettivi di marketing prefissati per una data campagna. Non sono da sottovalutare quindi gli aspetti legati al copywriting o a quella che in gergo viene chiamata transcreation, ossia la traduzione creativa di testi, dove si mantiene il significato del testo ma lo si adatta al contesto culturale di riferimento. Per implementare gli scopi comunicativi, un compito fondamentale del consulente di comunicazione è l’attivazione crossmediale, ovvero la distribuzione dei contenuti tra media differenti. La distribuzione dei contenuti tra più media, serve a massimizzare l’impatto della campagna pubblicitaria sul target e ad aumentare la riconoscibilità del brand. La gestione efficace della comunicazione passa anche da un’attenta implementazione delle tecniche di Seo. Esse includono l’uso di parole chiave, contenuti scritti in modo appropriato, e collegamenti a link presenti in altre pagine web. Al giorno d’oggi poi, risulta fondamentale l’interazione con i social media. Questo significa modellare le strategie e i contenuti comunicativi in modo tale da creare curiosità nelle persone e farle arrivare a compiere un’azione di interesse nei confronti del brand. Inoltre, il consulente di comunicazione deve avere la capacità di analizzare sul web gli insight dei clienti, per monitorare l’andamento delle sue campagne pubblicitarie. Da tutto ciò, si evince quanto, al giorno d’oggi, una gestione efficace della comunicazione necessiti di versatilità, creatività e lungimiranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.