condivisione-social-network

7 consigli per aumentare le condivisioni sui tuoi Social Network

  • 4 min read

Ti suggerisco una cosa molto importante, una cosa che devi assolutamente sapere: le condivisioni sui Social Network non sono indice di successo della tua Social Media Strategy. Sono importanti, certo, ma lo sono indirettamente. Pensaci: un utente che condivide i tuoi post non necessariamente è un tuo cliente e non necessariamente lo sarà in futuro. In termini concreti di business, quindi, la condivisione ti serve a nulla. O forse no. Come ti dicevo, indirettamente è per te una preziosa risorsa. Ti spiego perché.

Condivisione sui Social Network: a cosa ti serve

A condivisione non corrisponde vendita, questo mi pare ovvio, ma non vuol dire che lo share sui Social Network non abbia il suo valore e la sua importanza. Concretamente, a cosa ti serve la condivisione sui Social? Ad attivare un proficuo passaparola che vede te protagonista, a coinvolgere un numero maggiore di persone attorno al tuo brand, a stimolare la conversazione e il dialogo, ad accrecsere la tua visibilità e la notorietà di marca (si parla di brand awareness). Insomma, la condivisione attiva un circolo virtuoso che, se ben coltivato e alimentato, può portare ad un incremento delle vendite per la tua attività. Più si parla di te (positivamente), più sarai noto, più sarà facile che la gente si fidi di te, più le persone saranno propense all’acquisto.

Leggi anche: Hai un’attività commerciale? Ecco perché hai bisogno dei Social Network.

Come aumentare la condivisione sui Social Network

Vuoi sfruttare a pieno il circolo virtuoso di cui ti ho appena parlato? Bene, devi agire in modo da aumentare le condivisioni social dei post che pubblichi sui tuoi profili social, sul tuo blog, nei gruppi di settore o in qualsiasi altro contesto digitale. Come fare? Ti consiglio 7 suggerimenti per riuscirci:

#1. L’immagine non fa il monaco…ma è fondamentale!

Vero, l’immagine non è tutto neppure in una società che oggi vive di immagine, adora lasciarsi catturare dalla potenza visiva ed è attratta dal bello. Ma proprio per queste ragioni, il visual è una componente molto importante della tua strategia di condivisione: i tuoi contenuti devono essere visivamente belli e attraenti, così da invogliare lo share da parte di chi ti segue.

#2. Immagine sì ma mai senza contenuto

Mai sacrificare il contenuto. L’immagine è importante, vero, ma lo è anche e soprattutto il contenuto. Il tuo ultimo post sul blog può vantare la più bella foto che sia mai stata vista nei blog di settore, ma se a farle seguito non vi è un contenuto solido, utile, dettagliato, beh allora la tua brand reputation non ne gioverà. E neppure le condivisioni.

#3. Facilita la condivisione

Sui tuoi blog post, nella tua newsletter e in qualsiasi altra risorsa che offri, facilita la condivisione da parte dei tuoi utenti, utilizzando strumenti appositi, quali plugin pensati proprio con l’obiettivo di rendere veloce e agevole la condivisione di un contenuto sui Social Network.

#4. Stila un calendario editoriale

Il calendario editoriale è il documento che ti aiuterà a definire i contenuti da postare, come promuoverli e quando, così da renderli più efficaci e da ottimizzare le pubblicazioni. Il tuo calendario editoriale ti aiuterà anche a diversificare le risorse che vuoi offrire ai tuoi utenti ed è in questo modo che riuscirai a incentivarne il coinvolgimento e la partecipazione.

#5. Scegli accuratamente giorni e orari di pubblicazione

Sicuaramente giorni e orari di pubblicazione non sono tutto, ma possono rivelarsi incidenti sul numero di condivisioni sui Social Network. In quali giorni i tuoi utenti sono più attivi? In quali orari sono più presenti? Non sottovalutare questi aspetti.

#6. Invita chi ti segue alla condivisione

Invitare esplicitamente alla condivisione sui social di un tuo contenuto può rivelarsi una strategia efficace per accrescere lo share. Ad una condizione, però: la richiesta deve essere diretta ma delicata, senza eccessi di nessun tipo o finirai per indispettire i tuoi follower.

#7. Analizza attentamente i dati

Tutti i dati che riesci a raccogliere (a partire da quelli di Google Analitycs, agli Insights di Facebook passando per tutti i vari tool di monitoraggio che il Web mette a tua disposizione), potranno fornirti informazioni preziose riguardo ai contenuti che più funzionano, ai giorni e agli orari migliori in cui postare, alla capacità di una Call To Action di stimolare effettivamente un’azione. Analizza i dati e decidi la tua strategia anche sulla base dei comportamenti che hai potuto osservare.

Vuoi affidare le tue attività social ad un professionista del Social Media Marketing?

[button link=”https://danieleromei.com/contatti/” size=”small, medium, large” margin=”10px 0 0 0″ target=”_blank or _self” icon=”leaf” color=”#00A8E4″ lightbox=”true or false”]Contattami ora![/button]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.