Cos’è la comunicazione cooperativa?

La comunicazione cooperativa si attua quando le imprese associano i propri marchi per iniziative pubblicitarie e/o promozionali congiunte quali: pubblicità su tv, radio e carta stampata, scambio banner, scambio link etc.

Le peculiarità di questo tipo di comunicazione ( da non confondere con il Merchandising o con il co-branding) sono essenzialmente due:

  1. Breve durata dell’iniziativa
  2. Normalmente si combinano marchi di settori differenti e/o legati da un rapporto di complementarietà (ad esempio un marchio di lavatrici con un marchio di detersivi)

Fatte queste debite premesse possiamo scoprire nel dettaglio che la comunicazione cooperativa può essere distinta in due tipologie:

  • Joint advertising.

Si aWhirlpool-e-Fairyttua quando due o più marchi collaborano a livello pubblicitario in modo eguale al fine di ottenere benefici sinergici. Un esempio su tutti la famosa accoppiata whirlpool – Dash o la più recente whirlpool – Fairy

A quale scopo creare questo tipo di collaborazione?

Semplice: la necessità di creare nuova o rinnovata percezione positiva sulla propri marca sfruttando un marchio complementare forte in grado di trasferire elementi positivi.

  • Joint promotion.

In questo caso siamo di fronte a una collaborazione di tipo promozionale e avviene quando due marchi forti si mettono insieme sfruttando le proprie (forti) capacità di richiamo. Un famosissimo esempio è dato dalla nota sinergia tra Mc Donalds e Disney durante le uscite dei film di quest’ultimo.

disney_mcdonald

Vantaggi? Disney sfrutta nuove occasioni per promuovere il film, Mc Donald ravviva le proprie offerte e rinnova le proprie campagne pubblicitarie.

Questo è quanto a grandi linee concerne la comunicazione cooperativa.  In ultimo, ma non per questo meno importante vorrei sottolineare un aspetto nascosto di questo tipo di comunicazione e non legato agli effetti di tale performance sui clienti, ovvero il lato economico. Questo tipo di strategia spesso porta un notevole risparmio economico (o comunque iniziative a costo più basso) nell’attuazione delle campagne perché appunto condivise fra più marchi.

A mio parere anche la piccola medio impresa, i negozianti ed i professionisti dovrebbero sfruttare questo tipo di sinergie in sede locale. Sia col fine di rafforzare il proprio marchio ma anche e soprattutto per darsi la possibilità di sfruttare strategie comunicative più importanti e costose che a soli non riuscirebbero a sostenere economicamente.

Vuoi attuare iniziative di comunicazione cooperativa? Come consulente in comunicazione posso ideare e gestire la campagna in piena autonomia sfruttando le più moderne tecniche di marketing mix e webmarketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.